Cronaca estera

Beirut, i libanesi manifestano con violenza contro polizia e autorità locali

Dopo la disastrosa esplosione a Beirut, provocata dalle tonnellate di nitrato d’ammonio depositate al porto, durante la notte è scoppiata la rabbia dei libanesi. La Bbc ha dato notizia di scontri violenti nel cuore di Beirut qualche ora dopo la visita del presidente francese Emmanuel Macron.

Gli scontri sono proseguiti durante la notte. La popolazione libanese ha manifestato violentemente contro il Governo, le autorità e le forze di sicurezza, lanciando contro sassi e pietre.

Intanto le autorità locali hanno interrogato e arrestato il direttore del porto Hassan Qureitem e altri 16 funzionari portuali e doganali coinvolti nei lavori di manutenzione del deposito esploso. Altri addetti portuali sono stati messi in custodia cautelare. Continua l’inchiesta sulla disastrosa esplosione avvenuta martedì che ha visto morire oltre 100 persone e migliaia di feriti.